Stati Generali del Management Consulting 2011

Il Management Consulting è un settore vitale dell’economia italiana, importante per il contributo diretto che fornisce al nostro Paese – in termini di fatturato  e di occupazione – e per il ruolo di creazione di valore e di innovazione a favore dell’imprenditoria e della Pubblica Amministrazione.

Nel 2010 l’Osservatorio sul Mercato della Consulenza, la ricerca sviluppata dall’Osservatorio ASSOCONSULT, forniva per la prima volta una cornice scientifica e quantitativa a questo settore, fino ad allora pressoché inesplorato:

  • un settore del valore di 3,5 miliardi di euro, ma meno sviluppato rispetto ad altri paesi europei comparabili;
  • un settore molto frammentato ed  estremamente polarizzato, con il 40% del mercato rappresentato da grandi imprese per la maggior parte internazionali, multispecializzate in pressoché tutte le aree di competenza, con una presenza dominante nel comparto terziario, e una miriade di imprese piccole e medie dedicate in prevalenza a servire le PMI italiane, con una importante presenza nel comparto manifatturiero e con una focalizzazione sulle tematiche di amministrazione e controllo e sulle risorse umane;
  • un settore sottodimensionato per i servizi di consulenza verso la Pubblica Amministrazione se confrontato con l’Europa, e una sottopenetrazione delle grandi società di consulenza.

Perché il Management Consulting in Italia è così sottodimensionato rispetto agli altri principali paesi europei? Qual è il ruolo delle microimprese di consulenza, e come è possibile trovare dei percorsi di rafforzamento per queste aziende? Come si può trasferire alla Pubblica Amministrazione italiana il know how di competenze manageriali, organizzative e di innovazione delle aziende di consulenza, in un contesto di forte contrazione  del budget di spesa dello Stato, e partendo da una situazione di sottoinvestimento in questi servizi?

Queste domande saranno al centro del dibattito nella seconda edizione degli Stati Generali del Management Consulting. L’evento, giunto alla seconda edizione rappresentano un appuntamento annuale di grande rilevanza, in cui si affrontano i temi più significativi sullo stato e sulle prospettive del settore, su come evolverà la domanda di consulenza in Italia, specialmente a fronte dello scenario economico che stiamo vivendo, su come cambierà il rapporto tra cliente e consulente e sulle strategie che le aziende di consulenza perseguiranno per avere successo.

I lavori dell’edizione 2011, in programma il 28 giugno a Roma presso l’Auditorium della Tecnica in Confindustria, si articolano in due sessioni.

La prima sessione è incentrata sull’Industry della consulenza di management italiana, con la presentazione del Rapporto 2010-11 dell’Osservatorio Assoconsult in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata. Ad arricchire il quadro vi saranno: i risultati dell’indagine dell’Università L.Bocconi sulla domanda di consulenza da parte degli acquirenti,  un contributo sugli scenari da parte di una fra le maggiori personalità internazionali del mondo della consulenza e una tavola rotonda con autorevoli top manager sulle prospettive per L’Italia.  

La seconda sessione affronterà il tema della consulenza per la Pubblica Amministrazione, con un’intervista al Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, seguita dalla  presentazione di un caso virtuoso per la modernizzazione della PA, commentato da importanti